giovedì 24 novembre 2011

Thanksgiving day - Pecan Pie e...

 Chi di voi non ha mai sentito parlare del Giorno del del Ringraziamento?

Guardando un cartone animato americano o un qualsiasi telefilm, inevitabilmente si incappa in questa celebrazione, che gli Americani festeggiano il IV giovedì di novembre. Il Thanksgiving day è stato istituito in ricordo dei primi coloni inglesi, che nel 1620 approdarono sulle coste americane a bordo della Mayflower e che per sopravvivere cercarono di coltivare il terreno con semi portati dalla madrepatria. Il raccolto andò però malissimo e la colonia sarebbe senz'altro scomparsa, se i nativi americani non avessero indicato ai coloni quali prodotti coltivare e quali animali allevare, salvandoli così da fine certa. I coloni indissero quindi un giorno di ringraziamento al Signore, festeggiando l'abbondanza ricevuta con un menu a base di tacchino, zucca, frutta secca e altre prelibatezze. La festa è giunta, con poche variazioni, fino ai giorni nostri, ed è sempre caratterizzata da un ricco menu a base di mega-tacchini ripieni con contorni di patate, cipolle, piselli e mais, salsa di mirtilli, e dessert semplici e sostanziosi come la Apple pie, la Pumpkin pie (torta di zucca) e la Pecan pie, una torta che adoro e che vi vorrei proporre oggi in versione leggermente rivisitata.

 Se siete pronti, passerei subito a presentarvi questa...

Nut Pie
(riadattata dalla Pecan Pie di Valentina Gigli)


 La Pecan Pie è una semplice crostata caratterizzata da una base di pasta brisée e da un ricco ripieno a base di noci di Pecan, appunto, zucchero e melassa.
 Non essendo le noci di Pecan facilissime da trovare, stavolta ho utilizzato un mix di noci; il risultato è comunque ottimo dal punto di vista del gusto e simpatico come aspetto, quindi, se anche voi avete difficoltà a procurarvi i mitici gherigli lisci che caratterizzano le noci di Pecan... non avete comunque scuse!! :-)
 La pasta brisée si prepara secondo il metodo della sabbiatura (come la pasta frolla, per la quale vi rimando qui), ed è adatta sia per le torte dolci che per quelle salate, prevedendo tra i suoi ingredienti solo farina, burro, un pizzico di sale e poca acqua.


Per la pasta brisée
·    210 gr di burro
·    338 gr di farina “00”
·    acqua fredda q.b.
·    sale

    Per il ripieno
·    400 gr di noci (di Pecan o altro tipo)
·    4 uova
·    55 gr di burro fuso
·    225 gr di zucchero di canna
·    170 gr di Golden Syrup (o miele di acacia)

Disporre la farina a fontana sulla spianatoia con lo zucchero e un pizzico di sale, quindi unire il burro a piccoli tocchetti e lavorare con gli altri ingredienti fino ad ottenete un composto farinoso; finire di amalgamare velocemente il tutto unendo pochissima acqua, solo quel tanto che basta per ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Lasciar rassodare in frigo per almeno mezz'ora, quindi stendere su uno stampo da crostata, lasciando i bordi spessi, e punzecchiare la base con una forchetta.
Sbattere le uova, unire lo zucchero, il burro, lo sciroppo e metà delle noci tritate, versare sulla base, decorare con le restanti noci divise a metà e infornare a 180° per ca. 40-50 min.


E se vi avanzano le noci? Aggiungete alla lista della spesa ricotta e spinaci e preparate questi deliziosi...

Malfatti di spinaci in salsa di noci


Per i malfatti
·    300 gr di ricotta
·    1 kg di spinaci (peso a crudo) lessati e ben strizzati (oppure 500 gr di spinaci surgelati)
·    100 gr di farina
·    1 uovo e 1 tuorlo
·    2 cucchiai di parmigiano grattugiato
·    noce moscata

Per il sugo
(ma va benissimo anche un sugo burro&salvia)
·    250 gr di noci
·    50 gr di pinoli
·    ½ spicchio d’aglio
·    100 ml di panna da cucina
·    parmigiano grattugiato
·    sale e pepe

Mondare gli spinaci e lessarli in poca acqua bollente leggermente salata, quindi lasciarli raffreddare, strizzarli bene e tritarli con la mezzaluna.
Setacciare la ricotta.
Disporre la farina a fontana, porre al centro la ricotta, il trito di spinaci, l’uovo e il tuorlo, il parmigiano e un pizzico abbondante di noce moscata, impastare (unendo poca farina se necessario), quindi dividere in bigoli e tagliarvi degli gnocchi irregolari.
Frullare le noci con i pinoli e l’aglio, quindi scaldare in una padella un filo d’olio, unire il composto, scaldare e unire la panna, sale, pepe e noce moscata.
Lessare i malfatti in acqua bollente salata, toglierli man mano che vengono a galla e saltarli con il sugo, unendo il parmigiano grattugiato.



 Con queste ricette partecipo al contest "sFRUTTA l'inverno" della cara Stefania di Nuvole di Farina e di Artù di La casa di Artù nella sezione dolci e nella sezione salati ...


... E auguro buon appetito a tutti... ma senza esagerare!!! ;-)



18 commenti:

  1. molto interessante questo dolce...lo salvo e provero' di sicuro!

    RispondiElimina
  2. grazie Elisa, sono due ricette bellissime, mi piace la decorazione del dolce e la morbidezza dei malfatti. Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. due meravigliose ricette, complimenti.. mi mangio prima un bel piatto di malfatti e poi.. due belle fettone di torta..

    RispondiElimina
  4. Grazie mille per le bellissime ricette con cui partecii al nostro contest....mi segno il tuo blog...

    RispondiElimina
  5. Grazie per le buonissime ricette adatte per questa stagione ... in bocca al lupo per il contest!Un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. favolose le tue ricette complimenti

    RispondiElimina
  7. Ciao Elisa, grazie per avermi invitato a giocare al 7 links, accetto volentieri!! Sono stata un po' assente in questi giorni, ma vedi appena ho un attimo corro da te!! Mi piace la tua Nut Pie, bella da vedere e buona sicuramente!! Golosi anche i maltagliati!! Hai proprio ragione, serie tv, film o cartoni americani hanno sempre un thanksgiving day da festeggiare, io seguo "How i met your mother" (bellissimo!!) e proprio in questi giorni hanno festeggiato il giorno del Ringraziamento!! Baci, buon week end!!

    RispondiElimina
  8. la crostata è particolare e golosissim, non la conoscevo neanche, chemmesonopersa...i malfatti mi ricordano l'infanzia la mia mamma me l8 preparava al posto dei classici ravioli, mi piacevano molto di più!!grazie mille per i commenti, ora va un po' meglio, ma ogni tanto lo sconforto mi prende, probabilmente sono troppo idealista...bacioni!!!

    RispondiElimina
  9. Ciao! Mi unisco ai tuoi lettori, complimenti per queste belle ricette, i malfatti sembrano proprio gustosissimi!!!!! A presto ^_^

    RispondiElimina
  10. Per me un piatto di malfatti grazie :P

    A presto

    RispondiElimina
  11. Golosa la torta e intriganti i malfatti! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  12. Bellissime e slurpose ricette brava!!
    buon fine settimana Anna

    RispondiElimina
  13. Slurposissima questa torta per il ringraziamento *O*!

    RispondiElimina
  14. 2 RICETTE FANTASTICHE NEL LORO STILE.....BACINI....

    RispondiElimina
  15. ciao cara! hai una nuova follower, ti andrebbe di prelevare il banner e metterti in gioco?
    Un premio Maxwell&Williams in palio che non potrà farti dire di no ;)

    http://www.archcook.com/2011/11/una-nuova-sfida-contest-cottura-al.html

    a presto!

    RispondiElimina
  16. Ma che belle ricette eli!! La prima mi inspira un sacco poi sorpresa ne metti un'altra per recuperare le noci avanzate ;) Bravissima!! A presto :) baci

    RispondiElimina
  17. sono ripassata di qui per rileggermi la ricetta dei gnocchetti....visto che adesso inizio a trovare le erbette di campo volevo provarli!!

    RispondiElimina