lunedì 24 marzo 2014

Torta all'acqua per compleanni

  Sapete quelle ricette che vi regalano emozioni, evocano ricordi, riportano al periodo felice in cui eravate bambini e non avevate pensieri, ma solo tanta curiosità di scoprire il mondo e voglia di giocare e divertirvi? Ecco, questa per me è una di quelle ricette, che condivido con voi insieme alla tenerezza del ricordo della nonna Maria, che per i compleanni dei suoi (numerosi, vi posso assicurare!) nipoti preparava La Torta di Compleanno, quella enorme (ovvero... doppio delle dosi rispetto a quelle che trovate sotto!) tagliata in tre, bagnata con il rhum (eh sì, anche per i bambini... che diluito con un po' d'acqua non ha mia fatto male a nessuno :-), farcita con tanta crema e tutta ricoperta di panna, e con la scritta di cioccolato, che per me aveva qualcosa di magico e incredibile, e che mai avrei pensato di poter un giorno rifare... e forse è lì, nell'assistenza alle fasi soprattutto di farcitura e decorazione (con immancabile spuntino a base di tazze, e sottolineo tazze intere, della panna montata che avanzava) di queste torte che è nata la mia curiosità prima, il mio tentativo poi, e in seguito la mia passione per la cucina in generale, e per la pasticceria in particolare... ed è per questo che mi sembra giusto fare una capatina tra quei ricordi, regalando anche a voi la ricetta "magica", una base per le torte di compleanno secondo me più buona e più semplice del Pan di Spagna... provare per credere... ;-)

Torta all'acqua
della Nonna Maria


·         125 gr di fecola
·         125 gr di farina "00"
·         3 uova
·         250 gr di zucchero
·         una bustina di lievito per dolci

  Montare le uova con lo zucchero, unire la farina setacciata con il lievito, intridere con 6 cucchiai d’acqua, versare in uno stampo per dolci imburrato e infarinato e cuocere a 180° per 35/40 minuti. 
  Lasciar raffreddare, bagnare con il rhum e farcire con crema, panna, cioccolato …

16 commenti:

  1. Che bei ricordi!! e si, sono d'accordo, un po' di rhum non ha mai fatto male a nessuno, almeno si calmano un po' i mostriciattoli!! Bellissima torta buon inizio settimana!!

    RispondiElimina
  2. Di una sofficità e una leggerezza uniche!!!!

    RispondiElimina
  3. Bellissimi i ricordi legati alla tua nonnina e assolutamente da segnare questa ricetta.
    Sono sicura che i 12 cucchiai di acqua regalano una leggerezza e una sofficità unica.
    La provo e sono sicura che il piccolo di casa l'apprezzerà moltissimo.
    Buona giornata

    ps ti ho risposto sotto il post, grazie per la domanda :)

    RispondiElimina
  4. Ti dico solo questo: l'ho copiata subito e conto di farla al più presto..
    Poi ti faccio sapere!

    RispondiElimina
  5. grazie, grazie davvero per aver condiviso con noi questa ricetta del cuore!

    RispondiElimina
  6. Bella la torta della nonna! Le mie nonne invece con i dolci non c'hanno mai saputo fare! Era più mio nonno quello bravo, mi ricordo faceva dei ciambelloni eccezionali! Complimenti per aver recuperato e proposto questa splendida ricetta!

    RispondiElimina
  7. La cosa più bella di questo post è l'affetto con cui hai descritto la torta....mi sono commossa!!!! i sapori di una volta non li dimentichiamo, sono impressi nel nostro palato, nei nostri occhi e nel nostro cuore


    io ti lascio l'invito (se hai tempo e voglia) ho indetto un contest interessante....ti va di partecipare??

    http://lacasadi-artu.blogspot.it/2014/03/sfrutta-la-primavera-il-nuovo-fruits.html

    RispondiElimina
  8. La conosco, rimane sofficissima e leggera, brava!!!!!

    RispondiElimina
  9. Queste torte sono quelle che piacciono a me. Semplici, piene di ricordi e sofficissime :-)

    RispondiElimina
  10. E' un dolce semplice che amo e che faccio spesso! Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  11. mi hai richiamato alla memoria tanti ricordi delle mie nonne....che nostalgia ! E che soffice deve essere la torta ! Ciao

    RispondiElimina
  12. Deliziosa nella sua semplicità! anche io ho un dolce che mi ricorda l'infanzia.. la ciaramicola! Ero affascinata dal rosa e dai confettini colorati :)

    RispondiElimina
  13. sento spesso parlare dei dolci all'acqua, anche tu mi hai incuriosito con questo dolce, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  14. Grazie di questo golosi post!!!

    RispondiElimina
  15. Che bella,
    grazie per la ricetta Elisa!
    Baci Antonella

    RispondiElimina
  16. Ciao Elisa cara come stai?! ... Nelle mie parti (nei Balcani), ci sono numerose ricette dove il Pan di Spagna si fa proprio cosi, con aggiunta dei cucchiai di acqua calda, io non lo mai fatto ma per la prossima torta farcita con la crema provo ad usare la torta all'acqua, grazie per la ricetta condivisa. Colgo occasione di farti auguri per una serena e gioiosa Pasqua, un abbraccio forte, ciao!

    RispondiElimina